Camicie sartoriali Daniel Bozzo

Camicie sartoriali Daniel Bozzo Genova  Passione,qualità, servizio. Tre semplici parole per definire l’arte con cui Daniel Bozzo confeziona le sue camicie. Se sei interessato ad un vero prodotto artigianale di altissimo livello realizzato a mano, questo è l’uomo...

Nuovo Apple Macbook Air X

Questo spazio è disponibile per la tua pubblicità su questo sito. Contattaci se desideri inserire la tua attività o il tuo prodotto su gentiluomodigitale.it

Giubbotti Riace in pelle riciclata

Giubbotti Riace in pelle riciclata.  Riace nasce da un’idea di Daniel Bozzo e Alessandro Bianchi. L'intenzione è quella di realizzare dei giubbotti di lusso riciclando. E così recuperiamo la pelle da divani in disuso e la fodera interna da paracadute scaduti; il...

Golf club la Filanda Albisola

Questo spazio è disponibile per la tua pubblicità su questo sito. Contattaci se desideri inserire la tua attività o il tuo prodotto su gentiluomodigitale.it

Calzaturificio artigianale Ricci

Questo spazio è disponibile per la tua pubblicità su questo sito. Contattaci se desideri inserire la tua attività o il tuo prodotto su gentiluomodigitale.it

Tenetevi forte: arriva il sandwich gourmet!

Come nasce il sandwich gourmet e perchè dovresti assaggiarlo Il Sandwich Gourmet è la vera idea gourmet del nuovo millenio: nasce dall'inventiva di Adamo Mastrorilli, imprenditore nel settore turistico e Giuseppe Venerito, imprenditore nel settore alimentare. I due,...

Dimora Antonella: relax con… gusto ad Ostuni

Dimora Antonella B&B ad Ostuni (BR) Dimora Antonella è una Villa Padronale di fine 800’, ristrutturata seguendo le orme degli antichi artigiani maestri dell’arredo e della pietra, situata a soli 3 km dal centro di Ostuni, incantevole gioiello della Murgia...
Come scegliere una penna di lusso

Come scegliere una penna di lusso

Guida alla scelta della tua penna di lusso

Come scegliere una penna di classe che faccia al caso tuo? Ecco i sei fattori principali da considerare per scegliere la tua penna di lusso che vada a completare il tuo set di accessori con un oggetto di stile, dal fascino ancora incredibilmente attuale ed utile nella nostra quotidianità.

Anche in un mondo di smartphone, tablet ed e-reader, la popolarità delle penne di lusso è in aumento.

Per quanto ormai gran parte delle nostre giornate sia vissuta… digitalmente, non c’è ancora nulla di simile all’aspetto e al feeling trasmesso dall’uso di una penna di qualità. Se poi questo oggetto è realizzato a mano, saprà aggiungere un tocco di eleganza e autorità alle nostre interazioni quotidiane.

Per molti, tuttavia, la ricerca iniziale di una penna di lusso porta a una serie scoraggiante di scelte e decisioni.

I suggerimenti seguenti ti guideranno nella scelta e ti forniranno un buon punto di partenza nell’esplorazione del mondo degli strumenti di scrittura tradizionale di alta qualità.

 

La guida del Gentiluomo Digitale su come scegliere una penna di lusso

1: Che tipo di penna?

Il primo quesito a cui trovare una risposta nella ricerca della penna di lusso perfetta è sicuramente quello che concerne il tipo di penna che si desidera avere.

Le tre varietà di base da considerare sono sfera,  roller e stilografiche.

La penna di lusso per antonomasia è chiaramente la penna stilografica.

Dotate di un pennino in metallo, solitamente in oro massiccio, e con il serbatoio di inchiostro interno sotto forma di cartucce sostituibili, le penne stilografiche offrono il massimo in termini di eleganza e raffinatezza nella scrittura.

Per la maggior parte degli acquirenti di penne di lusso, una penna stilografica è lo strumento di scrittura preferito.

Molti strumenti di scrittura pregiati comunque possono anche essere le versioni a sfera con ricariche sostituibili.

Le penne a sfera offrono la praticità di una rotazione o di un’azione a scatto, spesso rendendo queste penne adatte per chi ha uno stile di vita particolarmente attivo.

Tutte le roller sono penne a sfera ma non tutte quelle a sfera sono roller. Queste ultime infatti sono solo una tipologia delle prime. Le penne roller, grazie all’inchiostro liquido, offrono un maggior grado di scorrevolezza sulla pagina e, come le penne a sfera, usano ricariche usa e getta. A differenza delle penne a sfera, la maggior parte dei roller utilizza una vite o un tappo a vite. Le roller sono più adatte a tipologie di carta più spessa e cartoncini.

Come scegliere una penna di lusso

2: Prezzi e valore

Il prezzo per le stilografiche di lusso può partire da circa 100-200 Euro per eccellenti penne entry level come il Pilot Vanishing Point, Sailor Sapporo e Platinum 3776, fino a decine di migliaia di dollari per edizioni limitate e uniche nel loro genere, strumenti prodotti da aziende come Danitrio e Namiki.

Tra questi due estremi, una gamma di strumenti di scrittura eccezionali può essere trovata nella fascia di prezzo che oscilla tra i 500 e i 2000 euro.

Di particolare rilievo in questa gamma sono le penne della Tokyo Nakaya , che produce penne Urushi in ebanite lavorate a mano a partire da circa 500 euro per le roller e 600 per le stilografiche.

I processi di produzione artigianale e una relazione diretta con una manciata di rivenditori in tutto il mondo consentono a Nakaya di offrire questi eccezionali strumenti di scrittura a prezzi ben al di sotto di quelli di penne comparabili di altre società.

Queste penne sono eccellenti strumenti quotidiani, ma con l’aggiunta di preziose decorazioni Maki-e e materiali preziosi come il raden e la polvere d’oro, possono spesso essere considerate delle vere e proprie opere d’arte a sé stanti.

Penna di classe accessorio gentiluomo

3: Materiali del corpo della penna

Se ci si interroga su come scegliere una penna di lusso, un altro fattore da considerare è il materiale utilizzato per il cappuccio e la canna.

Mentre molti eccellenti strumenti di scrittura utilizzano resine di alta qualità, il vero indicatore di una penna di lusso di fascia alta è l’uso di materiali lavorati a mano come gomma dura di ebanite, celluloide, legni preziosi o metalli come titanio e argento.

La gomma dura di ebanite è il materiale classico per penne di qualità, e molti strumenti di scrittura vintage realizzati con questa sono ancora in uso tutti i giorni a cento anni e più dopo essere stati fabbricati.

Quasi tutte le penne Nakaya, così come la maggior parte dei modelli della serie Sailor King of Pen e le penne Namiki Yukari, Yukari Royale e Emperor sono realizzate in gomma dura di ebanite. Questo vale ancheper le penne Maki-e artigianali di Danitrio.

Anche la celluloide di alta qualità ha una lunga storia e rimane una specialità di produttori italiani di alto livello come Aurora, Montegrappa e Omas.

Le penne dotate di corpo in legno hanno una loro lunga storia, perpetrata ancor oggi da serie come Nakaya Briarwood e Sailor Precious Woods Collection.

Penne in argento sterling sorprendentemente convenienti sono disponibili da Namiki e Sailor. 

Il titanio, infine, rimane un materiale popolare in modelli attuali come Nakaya Writer Piccolo Titanium e Omas Arte Italiana Paragon Titanium.

guida alla penna di lusso: stilografiche roller biro

4: Finitura e rifinitura

Mentre le resine colorate e le colorazioni a base di vernice rimangono popolari negli strumenti di scrittura più convenienti, la finitura applicata a mano con la lacca Urushi naturale è diventata lo standard per la maggior parte delle penne di lusso giapponesi. Questo tipo di lacca è stato frequentemente adottato su alcuni modelli prodotti da aziende europee come Pelikan.

Urushi è una sostanza naturale e può essere utilizzata per finiture in roiro-migaki a tinta unita o in tame-nuri a strati. Se usato, come spesso accade, su una superficie in gomma dura di ebanite, il risultato è uno strumento di scrittura con una sensazione unica calda e confortevole nella mano. 

Molti possessori di penne osservano che una volta che hanno usato una penna Urushi, si accorgono che questo diventa rapidamente l’unico tipo di penna che desiderano utilizzare.

Il rivestimento in metallo, invece, ha anche un effetto sul valore e sull’estetica di una penna. Mentre molte penne di alta qualità usano la placcatura in oro o rodio sull’ottone, alcune penne di lusso useranno argento massiccio o addirittura oro massiccio per la clip e la fascia.

Così, mentre le penne stilografiche di lusso presentano già pennini in oro massiccio, spesso i rivestimenti in rodio, rutenio o oro rosa sono abbinati al rivestimento esterno del cappuccio e della canna.

come scegliere una penna di lusso

5: Edizione speciale, edizione limitata e penne su ordinazione

Mentre molte penne di lusso sono disponibili come articoli di ordinazione standard, altre sono offerte solo come modelli in edizione speciale o limitata o come articoli ordinati su misura unici nel loro genere.

Pelikan, con sede in Germania, ad esempio, è ben noto per le penne in edizione speciale a tiratura limitata come M800 Burnt Orange e M101N Lizard. Praticamente tutti gli altri produttori, invece, offrono penne in edizione limitata con numerazione speciale che spesso diventano oggetti da collezione molto apprezzati.

Quando anche un’edizione limitata numerata non è abbastanza speciale, Nakaya è in grado di produrre penne appositamente progettate uniche per ogni cliente

Nakaya può realizzare una penna secondo il gusto e le esigenze del singolo cliente, incorporando elementi come disegni e motivi personalizzati e calligrafia kanji personalizzata. Per molti appassionati di penne, un Nakaya personalizzato è il massimo desiderabile come strumento di scrittura.

M101N Lizard

6: Scrittura di qualità e assistenza clienti

Ultima, ma sicuramente non meno importante caratteristica da tenere presente quando si considera come scegliere una penna di lusso, è la vera esperienza di scrittura offerta dalla penna stessa.

Questo è particolarmente vero nel caso delle penne stilografiche, che possono offrire una varietà di esperienze di scrittura a seconda del punto del pennino utilizzato, nonché delle regolazioni del flusso di inchiostro, della pressione di scrittura e dell’angolo di utilizzo.

Sfortunatamente, va detto che molti produttori forniscono solo un’attenzione superficiale a questa parte vitale del processo di produzione, producendo penne che funzionano più come fermacarte costosi che strumenti di scrittura di qualità.

Questo rende necessario un processo di “taratura” della penna, finalizzato a migliorarne in confort di utilizzo e l’esperienza di scrittura, processo noto anche come “regolazione del pennino”. 

Questo trattamento assicura che le penne acquistate non siano solo belle da guardare, ma forniscano anche un’esperienza di scrittura di qualità per gli anni a venire.

Le personalizzazioni del pennino possono trasformare una normale penna stilografica in una penna distintiva o uno strumento di calligrafia. Un particolare attenzione al processo di scrittura stesso sfrutta al meglio l’esperienza della penna di lusso.

guida alla scelta di una penna di classe

Conclusione:

Sebbene il variegato mondo delle penne di lusso possa sembrare inizialmente scoraggiante, le scelte basate sui criteri che ti abbiamo appena fornito possono aiutarti molto a scegliere la penna che fa per te. 

Orientandoti sullo stile, sul budget e sulle caratteristiche di scrittura, potrai rapidamente identificare la penna o la categoria di penne di lusso più adatte ad accompagnarti per tanti anni con la massima soddisfazione.

In questo modo scoprirai che anche una “semplice penna” potrà diventare la tua inseparabile compagna di lavoro e… di stile.

 

Hai letto:

Come scegliere una penna di lusso

Comprare un Rolex: spesa o investimento?

Comprare un Rolex: spesa o investimento?

Comprare un Rolex è una spesa o un investimento?

Comprare un Rolex è una spesa o un investimento? Risponde quest’oggi alla nostra domanda Franz Rivoiraautore di The Watch Manual, in lancio su Indiegogo. Il suo libro ci spiega gli orologi dall’Audemars allo Zodiac. La competenza di Franz si vede subito, dato che può vantare circa 30 anni di esperienza nel marketing globale e nei più diversi ruoli della comunicazione strategica, oltre ad essere attivamente impegnato come speaker e giudice internazionale in eventi del settore del mobile e arredo.

È possibile conoscerlo meglio guardando  il sito e blog della sua azienda www.italianconsulting.sg.

.

Acquistare un Rolex: spesa o investimento?

Comprare un orologio al giorno d’oggi dovrebbe essere un piacere personale.

Un orologio, al contrario di altri oggetti, rappresenta ormai un oggetto assimilabile all’accessorio, che unisce una funzione utilitaristica (ovvero leggere le ore) con una funzione di espressione del proprio stile, esattamente come fa una cravatta, una borsa, un gioiello o un paio di scarpe.

In questo reame di mezzo si situa tutto il mondo che ruota intorno all’oggetto-orologio. Ed è precisamente quello che lo rende immune dal tanto decantato pericolo di sparizione dell’orologio da polso rappresentato dalla diffusione degli smartwatch.

Tornando al quesito, e focalizzandosi sopra la marca specifica, ovvero quella più conosciuta al mondo, un Rolex (ma bisognerebbe chiedersi quale Rolex) cosa rappresenta? E la risposta, ahimé, è che un simile oggetto assume una valenza solo quando viene usato.

Da conoscitore e amante degli orologi posso comprare un Rolex perché ne ammiro la storia, i contributi dati all’evoluzione dell’orologeria, la raffinata semplicità del suo movimento, ottimizzato all’inverosimile, e il fatto che sia un bell’orologio che mi rappresenta in un certo momento della mia vita. Un’altra persona potrebbe acquistarlo solamente poiché agli occhi di chi guarda rappresenta un simbolo di successo economico, e che probabilmente in futuro aumenterà di valore. Magari non gli interessa neppure che cosa ci sia dentro, se un meccanismo in acciaio perfettamente regolato o un piccolo criceto che corre in una ruota. L’importante è l’effetto che fa. Questo spiega anche la diffusione dei famosi cloni, che riproducono in modo perfetto gli orologi di marca. L’immagine che ho messo è esplicativa: quale è l’originale e quale il clone?

Il Rolex oggi

Dunque, torniamo indietro all’origine: un orologio (non solo un Rolex), soprattutto oggi, non rappresenta altro che l’espressione della motivazione all’acquisto di chi lo compra.

Per me l’acquisto di un orologio rappresenta la cristallizzazione di un momento specifico. Un po’ come un tatuaggio, solo che un orologio si può mettere e togliere. In altri casi, invece, rappresenta l’inizio di un percorso: tra le cose che faccio, c’è quella di recuperare vecchio orologi e ridare loro vita (o come mi ha detto qualcuno con curiosità e ammirazione, “guarirli”). Io adoro i vecchi orologi, e quando uno di questi piccoli meccanismi complessi riprende a battere è un pezzo di storia dell’orologeria che si ricuce. Poi, posso tenerli per me o venderli: ma la soddisfazione di vederli di nuovo svolgere la loro funzione, ed essere apprezzati anziché buttati via come ferrovecchi è davvero una sensazione appagante.

Quindi, un Rolex è sicuramente una spesa. E’ sicuramente un (discreto) investimento. E’ soprattutto un ottimo orologio, che difficilmente vi tradirà. Infine, è una sorta di assegno in bianco: qualsiasi cosa accada, con un Rolex non avrete difficoltà in qualunque parte del mondo a venderlo per ricavare del denaro in caso di necessità. Quindi, più che un investimento (non fate investimenti in orologi se non sapete quello che state facendo), consideratelo una specie di fondo di emergenza, e di grande effetto estetico.

The watch manual

Parlo di Rolex, e di come trovare, comprare e vendere orologi nel mio libro che si chiama The Watch Manual, ed è ora in pre-ordine su Indiegogo al 40% di sconto. E’ un manuale completo dove spiego per filo e per segno il mondo degli orologi e le loro qualità. Per ora in inglese, ma se c’è richiesta potrei anche tradurlo in italiano!

Se siete appassionati di orologi, gestisco dei profili su Instagram e Facebook chiamati “The Watchonomicon.” dove pubblico regolarmente materiale relativo al campo degli orologi – se siete interessati, e l’inglese non rappresenta un problema per voi, iscrivetevi.

Ho inoltre un canale Patreon, sempre in inglese, dove pubblico contenuti esclusivi per i miei sottoscrittori: lo potrete trovare qui: The Watchonomicon is creating knowledge of horology, watches and style | Patreon

Hai letto:

Comprare un Rolex: spesa o investimento?

Come usare il profumo da uomo

Come usare il profumo da uomo

Come usare il profumo da uomo

Il profumo per un gentleman è il vero accessorio invisibile e svolge un ruolo essenziale nel modo in cui gli altri ti percepiscono e ti ricordano. Un profumo può garbatamente anticipare la tua presenza o lasciare un delicato ricordo dopo che sei andato via. Come tale, è parte integrante del tuo stile personale ed è un qualcosa che puoi utilizzare a tuo vantaggio. Tuttavia, se vuoi che la tua colonia aumenti la tua attrattiva o la tua fiducia in te stesso, dovrai prima sapere come usare il profumo da uomo nel modo più corretto. L’uso e l’applicazione dell’acqua di Colonia è un’arte che puoi padroneggiare rapidamente. Tutto ciò che serve è la giusta guida su come scegliere una grande fragranza, dove e quando usarla, quanta usarne e come conservarla.

Come usare il profumo da uomo

Dove applicare il profumo

Per utilizzare correttamente la colonia che hai scelto, devi sapere dove applicarla. Idealmente, gli uomini dovrebbero applicare la loro acqua di colonia sotto i polsi o in genere nelle aree più calde del loro corpo. Grazie al loro calore, queste aree, che includono collo, torace, spalle, polsi e gomiti interni, possono proiettare il profumo in modo più efficiente, il che significa che è richiesta una minor quantità di profumo. Il nostro consiglio è di concentrarti solo su uno o due di questi punti, in particolare, i polsi e il collo formano una combinazione eccellente. Si noti inoltre che sebbene i gomiti, le ascelle e dietro le ginocchia siano anche aree calde, di solito non sono ideali per l’acqua di Colonia.

Come applicare la colonia

  • Applica l’acqua di colonia dopo essere usciti dalla doccia per pulire, asciugare la pelle.
  • Non nebulizzarla in aria per poi attraversarla.
  • Spruzzala direttamente sui punti scelti, come l’interno dei polsi e del collo.
  • Tenere la bottiglia a circa dieci centimetri di distanza dalla pelle durante la nebulizzazione.
  • Non usarne troppa (2-4 spruzzatine sono l’ideale).
  • Non strofinare mai la colonia sulla pelle dopo l’applicazione.
  • Riapplicala solo sui polsi quando il profumo svanisce.

 Quanti e quali sono i tipi di profumo?

 Prima ancora di scegliere la tua profumazione, è necessario comprendere i diversi tipi di fragranze disponibili. Familiarizzandoti con tutte le tue opzioni, sarai in grado di selezionare la colonia più adatta alle tue esigenze. Sarai anche in grado di capire perché alcuni profumi sono economici mentre altri sono incredibilmente costosi. 

In generale, tutto si riduce alla percentuale dell’essenza aromatica nella fragranza, che influisce sulla durata della pelle. Ad esempio, le fragranze Eau de Toilette in genere contengono circa il 10% di essenza aromatica e durano solo poche ore. L’Eau de Parfum, d’altra parte, presenta un più alto concentrato di essenza di profumo (dal 15% al ​​20%) e può durare significativamente più a lungo. Tuttavia, a causa della sua maggiore concentrazione, questo tipo di fragranza tende anche a costare di più. Qui di seguito puoi osservare un’immagine illustrativa.

È anche importante notare la differenza tra colonie di design e colonie di nicchia quando si guardano i tipi di fragranze. Le colonie di stilisti sono create da marchi di stilisti e sono estremamente comuni. Sono progettati per il consumo di massa, il che significa che di solito presentano profumi più morbidi e sicuri che piaceranno a più persone. Tendono inoltre a essere realizzati con materiali più comuni per risparmiare denaro e consentire un volume maggiore di produzione. Le colonie di nicchia, d’altra parte, offrono ai clienti più selettivi profumi più unici. Tali colonie possono spesso essere polarizzate a causa dei loro odori audaci e in genere costano più di una fragranza firmata. Come tali, di solito sono scelti solo dagli appassionati di profumi.

Come scegliere il tuo profumo

Devi sapere come scegliere una buona acqua di colonia in base a diversi fattori. Per fare ciò, inizia spruzzando le varie colonie da lontano su carte campione e decidendo quali profumi ti piacciono inizialmente. Mentre lo fai, tieni presente che le fragranze fresche e leggere funzionano meglio per l’estate mentre i profumi più forti con note di legno o spezie sono ideali per l’inverno. Quindi, assicurati che la fragranza si adatti alla tua pelle e rimanga a lungo a lungo spruzzando un campione sul polso e lasciandolo tutto il giorno, annusando regolarmente per vedere come interagisce con le naturali secrezioni della tua pelle. In questo modo avrai un’idea eccellente di come sarà indossare regolarmente quella Colonia prima di acquistarla.

In questa fase, è anche importante capire come la fragranza si modificherà nel tempo. I profumi sono composti da note di testa, note di cuore e note di fondo, ognuna delle quali si asciuga a intervalli diversi, facendo cambiare la fragranza. Le note di testa durano circa da 15 a 120 minuti, le note di cuore possono durare da 30 minuti a cinque ore e le note di base, che spiegano quanto durerà la fragranza, restano in giro da due a otto o più ore.

Il profumo esprime la tua personalità, quindi assicurati di scegliere sempre tu stesso la fragranza, non permettere a qualcun altro di selezionarlo per te e non comprarlo solo perché ti piace su un amico. Poiché le profumazioni hanno un odore diverso su persone diverse, è fondamentale che sia tu stesso a provare la fragranza prima di effettuare un acquisto.

Come e dove conservare il profumo

Pochi sanno che il luogo in cui tieni il profumo può influire sul suo odore e sulla sua durata. Pertanto, è importante essere diligenti nel conservare correttamente le colonie. Se lasciassi la tua acqua di colonia in una zona che è esposta a rapidi cambiamenti di temperatura, come la parte superiore dei cassetti nel tuo bagno, la fragranza si altererà più velocemente. Anche la luce solare avrà lo stesso effetto, quindi assicurati di evitare i davanzali. Se vuoi che il tuo profumo duri a lungo, è meglio conservare la tua acqua di colonia in un’area costantemente fresca, buia e asciutta. In particolare, l’armadio della tua camera da letto può rivelarsi una scelta eccellente.

Hai letto:

Come usare il profumo da uomo

Come piegare un fazzoletto da taschino

Come piegare un fazzoletto da taschino

Come piegare un fazzoletto da taschino

Ecco le istruzioni dettagliate su come piegare un fazzoletto da taschino in ben nove modi diversi!

Come spiegato nell’articolo Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo, il fazzoletto da taschino, o pochette, è un semplice stratagemma per dare un tocco di classe ed originalità al tuo outfit. Si noti che la maggior parte di questi modi di piegare il fazzoletto da taschino funzionerà meglio con pochette di forma quadrata. Tuttavia anche le pochette rettangolari possono andare bene, basta tener presente che generalmente richiedono una piega ulteriore per far sì che il tessuto si adatti alla tasca. Salvo indicazione contraria, il fazzoletto piegato dovrebbe sempre riempire completamente la larghezza del taschino da cui spunta. 

N. B, tutte le piegature descritte di seguito iniziano con il fazzoletto ben aperto e stirato.

La piega dritta o presidenziale

  1. Piega il fazzoletto per la larghezza della tasca. Nella maggior parte dei casi, una piega dritta al centro dovrebbe andar bene.
  2. Piegalo dal basso per formare un rettangolo finito della stessa larghezza della tasca e circa un centimetro in più.
  3. Infila la piega inferiore del fazzoletto nella tasca e fissala alla base.
  4. Regola secondo necessità per creare un’unica striscia liscia di tessuto visibile che attraversa la parte superiore della tasca.

La piega presidenziale è il fazzoletto nella sua forma più semplice: nitida, pulita ed elegante. Nella sua forma finita, appare come una singola fascia orizzontale di tessuto parallela alla parte superiore del taschino. Utilizzare questa piega quadrata tascabile quando si desidera la massima formalità ed eleganza sobria.

 

La piega triangolare

  1. Piega il fazzoletto in diagonale al centro per creare un triangolo.
  2. Alla base del triangolo, dove c’è la piega, piega l’angolo raddoppiato del quadrato della tasca verso l’interno su un lato.
  3. Piega l’altro angolo. Rendi ogni piega della stessa misura e la pochette all’incirca la larghezza della tasca. Il quadrato della tasca dovrebbe apparire come una busta: rettangolare su tre lati con una punta triangolare che sporge dalla parte superiore.
  4. Fai scivolare la piega inferiore in tasca e piegala fino in fondo, nascondendo i bordi rettangolari. L’unica parte visibile del riquadro tascabile dovrebbe essere il triangolo rivolto verso l’alto.

La piega triangolare è ancora abbastanza semplice per essere adatta al lavoro, ma abbastanza rilassata da indossare anche con un blazer casual.

 

Due punte

  1. Piega la pochette in diagonale. Inclina leggermente la piega dal centro, in modo che un angolo si trovi alla sinistra dell’altro.
  2. Alla base del triangolo, dove c’è la piega, piega verso l’interno uno degli angoli raddoppiati del fazzoletto.
  3. Piega l’altro angolo. Rendi ogni piega della stessa misura e la pochette all’incirca la larghezza della tasca.
  4. Infila il fondo piatto in tasca e spingilo fino in fondo fino a quando i bordi verticali del fazzoletto sono completamente nascosti. L’unica cosa visibile dovrebbero essere i due punti triangolari leggermente sfalsati, distanziati a piacere.

Una piega elegante e di classe: la piega a due punte è popolare tra i professionisti. È più facile di quanto sembri, in realtà solo la piega di un punto di base, leggermente decentrata.

Tre punte

  1. Piega il fazzoletto in diagonale leggermente leggermente fuori centro, in modo che un angolo si trovi appena a sinistra dell’altro.
  2. Piega l’angolo in basso a sinistra del fazzoletto in diagonale verso l’alto in un angolo in modo da avere tre punti affiancati, il più equamente distanziati e dimensionati possibile.
  3. Piega l’angolo in basso a destra verso l’interno fino a quando il fazzoletto è all’incirca la larghezza della tasca.
  4. Ripiega la piega inferiore nella tasca. Lascia visibili solo i tre punti come mostrato in foto.
    Possono essere necessari un paio di tentativi per una piega ordinata.

La piega a tre punte è una buona scelta quando vuoi essere un po’ appariscente. È ancora una piega adatta al business, ma assicurati che il fazzoletto sia ben pulito e stirato.

Quattro punte

  1. Piega il fazzoletto in diagonale e leggermente leggermente decentrata, in modo che un angolo si trovi appena a sinistra dell’altro.
  2. Piega l’angolo inferiore sinistro in diagonale verso l’alto attraverso la piega, finendo con la punta dell’angolo a destra dei due angoli superiori.
  3. Piega l’angolo in basso a destra in modo simile per formare un punto a sinistra degli altri.
  4. Regola il quadrato del fazzoletto in modo da rendere tutti e quattro i punti approssimativamente della stessa dimensione e equidistanti.
  5. Se il fazzoletto è più grande della tasca, piega i bordi esterni verso l’interno, infilandoli sotto i quattro punti.
  6. Infila la parte lunga del fazzoletto nella tasca e piegala fino a quando sono visibili solo le quattro punte.

La piega quadrata a quattro punte funziona meglio con un tessuto sottile e rigido, come un lino inamidato.

Lo sbuffo o puff

  1. Pizzica il fazzoletto al centro e lascia che i bordi e gli angoli penzolino.
  2. Regola il fazzoletto a misura della tasca in modo che penda uniformemente tutto intorno.
  3. Ancora pizzicando il centro, tira delicatamente i bordi penzolanti, tirando il quadrato in una forma a tubo.
  4. Arrotolare delicatamente dalla parte inferiore del tubo (o piega tutti i bordi pendenti dietro il tubo) fino a quando il fazzoletto è della misura giusta per infilarlo nella tasca.
  5. Infilalo in tasca finché non è visibile solo la parte superiore arrotondata.
  6. Le pieghe dello sbuffo dovrebbero avere rughe e fossette. Fintanto che la piega rimane al suo posto e non è molto piegata o rovesciata sui bordi della tasca, va bene.

    Indossalo quando è richiesta una certa informalità. Non è formale, ma è sicuramente elegante. Winston Churchill adorava questa piega, specialmente a pois.

Il triangolo alato

  1. Piega il fazzoletto in diagonale. Punta il punto del triangolo verso il basso.
  2. Piega gli angoli da ciascuna estremità del lato lungo verso il punto inferiore, creando un diamante equilatero. Allontana l’angolo superiore in modo che le “ali” piegate non si sovrappongano del tutto.
  3. Piega i tre angoli che non sono la punta superiore alata al centro del fazzoletto.
  4. Metti in tasca i lati squadrati della piega finita in modo che sia visibile solo la punta. Pizzica delicatamente le due “ali” divaricandole leggermente. Va bene lasciare che assumano una forma a cupola, come la piega a sbuffo.

 Questa è la piega migliore per gli uomini a cui piace una piega a punta, ma hanno una tasca quadrata morbida a basso attrito che non trattiene una piega rigida. È anche abbastanza compatto, rendendolo una buona piega per quadrati tascabili di dimensioni inferiori.

La piega Dunaway

    1. Pizzica il fazzoletto al centro e lascia che i bordi e gli angoli penzolino.
    2. Regolalo in modo che penda relativamente uniformemente tutto intorno.
    3. Ancora pizzicando il centro, tira delicatamente i bordi pendenti, dandogli una forma a tubo.
    4. Inverti la forma del tubo e allargare i bordi liberi con la punta delle dita in modo che appaiano relativamente simmetrici. Piega il centro del fazzoletto verso l’alto, fermandoti a metà della forma del tubo.
    5. Infilalo in tasca in modo che siano visibili solo i bordi allargati. Regola la piega con le dita secondo necessità. Non è necessaria una perfetta simmetria.

    Questa piega è il modo più semplice per creare una forma leggermente gonfia e sfrangiata con il bordo di un quadrato tascabile. A seconda di quanto sia rigida e colorata la tua tasca quadrata, tende ad apparire come un fiore o un petardo scoppiato.

La rosa

  1. Piega il fazzoletto in diagonale al centro.
  2. Piegalo di nuovo a metà.
  3. Sollevando il quadrato del fazzoletto, arriccia delicatamente uno degli angoli raddoppiati verso l’interno e verso il basso. 
  4. Ripeti la procedura per l’altro angolo del quadrato del fazzoletto. Piegalo verso il basso e verso il basso, posizionandolo in cima al primo angolo che hai piegato verso l’interno.
  5. Ripiega il punto triangolare  nella tasca fino a quando sono visibili solo le sommità delle curve. Dovrebbero essere distesi ordinatamente uno sopra l’altro, formando una forma arrotondata, smerlata con tutti i punti e i bordi diritti nascosti.

Questa piega è popolare per matrimoni e altre cerimonie. Ha un bell’aspetto con fazzoletti in tessuti lucidi e colorati e non è una piega particolarmente formale.

Hai letto:

Come piegare un fazzoletto da taschino

Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo

Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo

Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo

Se hai letto il nostro articolo  Abbigliamento maschile: i dieci errori da evitare sai come gestire il tuo outfit senza commettere sbagli. Ma ora è giunto il momento di cambiare marcia ed imparare a scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo. Gli accessori sono infatti il modo migliore per dare una marcia in più al tuo stile, personalizzandolo con un  tocco classe alla portata di tutte le tasche.

Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo

La cintura

La cintura è necessariamente uno dei primi accessori da considerare dato che va indossata praticamente tutto l’anno.  Innanzitutto, sappi che una bella cintura non dovrebbe mai essere troppo imponente, con il rischio di apparire grossolana o ostentata. Le più eleganti sono generalmente piuttosto sottili e anche la fibbia deve essere discreta. Un’ottima scelta è rappresentata da una pelle conciata al vegetale che invecchiando migliorerà, adornandosi di una patina molto affascinante.

Il nostro consiglioLa cintura classica deve essere comoda e vestibile tutti i giorni, inoltre deve essere morbida e resistente. Per questo motivo conviene scegliere cinture realizzate con pelle naturale: belle e morbide sono le cinture di vitello, ma pregiate e resistenti sono anche le cinture di vacchetta con conciatura vegetale.

Le scarpe

Non puoi essere alla moda senza un bel paio di scarpe da uomo, ma quali scegliere? Come saprai, la scelta delle scarpe non è qualcosa che puoi lasciare al caso. Esistono diverse famiglie di scarpe eleganti, come Oxford, Derby o Brogues, ma non tutte funzionano con lo stesso outfit. La scelta delle scarpe giuste ti consente di dare un tocco formale al tuo abbigliamento o, al contrario, di renderlo più sbarazzino. Una scarpa perfettamente realizzata, con materiali nobili, sarà bella in ogni caso, al contrario, un prodotto di scarsa qualità sottolineerà negativamente il tuo abbigliamento. Per il materiale, ti suggeriamo una pelle ben abbronzata con un colore profondo, un tocco piacevole e sensuale, che eviterà pieghe marcate già dopo i primi passi.

Il nostro consiglio: Come ormai ben saprai la scarpa va abbinata al colore della cintura; ricorda sempre che in qualsiasi stagione le oxford sono il vero passepartout. Se sei indeciso sulla scelta, sappi che la finezza e la pulizia delle loro linee le rendono eleganti e perfette praticamente sotto qualsiasi abito. In ogni caso qui di seguito troverai un utilissimo specchietto (fai click per ingrandirlo) con tutti i corretti abbinamenti, considerando anche il colore dell’abito che indossi.

I gemelli, l’orologio, il fermacravatta e, magari, una penna

Così come per la pelle la regola generale da ricordare sempre è quella di abbinare i metalli! Un orologio d’acciaio chiama gemelli e fermacravatta nello stesso metallo, idem per l’orologio d’oro. Unica eccezione possibile l’uso dei gemelli passepartout, ovvero i gemelli in tessuto annodato che in questo caso andrebbero abbinati al colore della cravatta, Un altro oggetto che non dovrebbe mai mancare nel taschino della giacca è una penna di classe, utile per firmare con stile impeccabile l’ultimo contratto concluso.

Il nostro consiglioMai uscire di casa senza orologio. Non è necessario spendere un capitale per acquistare un modello costoso che faccia bella figura in un contesto elegante, sono disponibili molti modelli economici, che conservano comunque eccellenti caratteristiche qualitative e di stile, come ad esempio questo Tissot T033.410.16.053.01

Le cravatte

Nell’acquisto delle cravatte entrano  in gioco diversi fattori. Il primo da considerare è la lunghezza che varia a seconda della tua altezza (scegli una cravatta che annodata arrivi a lambire la fibbia della cintura). Va poi valutata la larghezza che deve variare nel punto più ampio tra i 5 cm minimo per le cravatte informali (strette) e i 7 e gli 8 cm per i modelli formali (larghe).  Il miglior materiale resta sempre la seta per le cravatte formali e il cotone/lana per quelle informali; la punta sarà sempre triangolare per i contesti formali e piatta se desiderate dare un look informale al vostro outfit. Infine la tinta: con una tinta unita non sbagli mai, attenzione alle cravatte fantasia che richiedono una maggiore esperienza per il loro abbinamento.

Il nostro consiglioPer abbinare al meglio la cravatta scegli sempre prima la camicia che indosserai, infilala sotto la giacca ed avvicina la cravatta all’abito che intendi indossare. Ricorda di non usare mai camicie button down se indossi la cravatta.

Un ultimo consiglio: non dimenticare mai l’accessorio invisibile, il profumo da uomo, che contribuirà a dare un tocco di unicità al tuo stile.

Hai letto:

Scegliere gli accessori perfetti per un abito da uomo

Taglia la corda! I migliori (e più eleganti) modelli di cuffie wireless sul mercato

Taglia la corda! I migliori (e più eleganti) modelli di cuffie wireless sul mercato

Taglia la corda! I migliori (e più eleganti) modelli di cuffie wireless sul mercato

Un accessorio che via via diventa sempre più importante nella giornata del gentiluomo sono le cuffie: pensiamo a quanto possono essere utili per isolarci dal contesto e dalle distrazioni mentre facciamo smart working, per ascoltare un podcast mentre viaggiamo o per goderci della buona musica mentre facciamo sport. La nostra redazione si è messa all’opera per individuare i migliori modelli di cuffie wireless adatte in ogni situazione, naturalmente senza tralasciare il look.

Le tipologie di cuffie wireless

Le cuffie wireless hanno fatto molta strada nell’ultimo decennio; la rivoluzione wireless significa codec Bluetooth sempre più avanzati, batterie a lunga durata e migliori prestazioni sonore. Mentre fino a qualche anno fa sarebbe stata più indicata una cuffia cablata per coloro che privilegiano la qualità del suono, ora siamo felici di raccomandare i migliori modelli di cuffie wireless per coloro che apprezzano sia le prestazioni che la convenienza. 

Con la qualità è arrivata la quantità, però, quindi dovresti decidere quale tipo vuoi. Ci sono cuffie wireless over-ear , spesso con cancellazione del rumore introdotta per buona misura, con marchi come Bose, Sennheiser, B&W, Sony e AKG all’avanguardia. E ora ci sono anche un sacco di auricolari wireless in-ear – alcuni con cavi per il collo che si uniscono ai boccioli, ma altri, noti come “vero wireless”, in cui gli auricolari sono completamente privi di fili. Sì, come AirPods.

 

 

1. Sony WH-1000XM3

 

SPECIFICHE

Bluetooth: Sì | Cancellazione del rumore: Sì | Durata della batteria: 30 ore | Ricarica: USB-C | Microfono e controlli integrati: 

 Pro

Suono dinamico dettagliato
Funzionalità intelligenti e intuitive

Ottima cancellazione del rumore, durata della batteria

 

Contro

I controlli touch si sentono inizialmente confusi

 

WH-1000XM3 sono le ultime cuffie wireless a cancellazione di rumore della Sony e una delle più comode paia di auricolari che abbiamo testato con cuscinetti spessi e ammortizzati che avvolgono completamente le tue orecchie. Le caratteristiche includono l’ottimizzatore di pressione atmosferica di Sony che ottimizza la cancellazione del rumore durante il volo, i controlli del touchpad e un’app di controllo delle cuffie di accompagnamento. Grazie a una batteria a ricarica rapida (eseguita tramite USB-C), gli XM3 passano da completamente a vuoto in tre ore, mentre una ricarica di dieci minuti ti offre ben cinque ore di utilizzo.

Producono un suono aperto e spazioso che dà a ogni strumento, effetto e spazio vocale da respirare. I suoni vocali sono focalizzati e diretti, ma gli strumenti che li circondano sono consegnati in un modo che ti fa sentire come se fossi nella stanza con la band. Combina quella spaziosità con maggiori dettagli, sottigliezza dinamica e un sacco di bassi profondi incantevoli e avrai un pacchetto mozzafiato che cancella il rumore. Se riesci a estenderti a queste eccellenti lattine Bluetooth non rimarrai deluso.

Prezzo: 273€

 

2. Sennheiser Momentum Wireless 3.0 (2019)

SPECIFICHE

Bluetooth: Sì | Cancellazione del rumore: Sì | Durata della batteria: 17 ore | Ricarica: USB-C | Microfono e controlli integrati: 

Pro

Presentazione energica e ritmata
Comode funzioni di usabilità
Efficace cancellazione del rumore

Contro

Durata della batteria non competitiva

Hai un budget leggermente maggiore per un paio di antirumore wireless? Questo nuovissimo modello rappresenta uno sforzo straordinario da parte del team di ingegneri di Sennheiser.

Sennheiser non ha lesinato nell’ingegnerizzazione dei suoi Momentum Wireless di terza generazione: sia gli originali che la seconda versione hanno già scritto la storia appena sono arrivati. Queste cuffie sono state molto migliorate rispetto ai loro predecessori nel comparto sonoro, promettendo un ascolto energico, tempestivo e estremamente penetrante che non può che entusiasmare edivertire.

Il successo è supportato anche da funzionalità di usabilità migliorate, anche tenendo presente che la durata della batteria è di sole 17 ore in confronto alle 30 ore del modello Sony precedente.

Prezzo: 399€

3. Sony WF-1000XM3

SPECIFICHE

Bluetooth: Sì | Cancellazione del rumore: Sì | Durata della batteria: 6 ore (24 ore con custodia di ricarica) Ricarica: USB-C | Microfono e controlli integrati: 

Pro

Grande musicalità
Eccellente cancellazione del rumore
Durata della batteria decente

Contro

Mancanza di controlli del volume
Non supporta aptX HD

Se si tratta di cuffie in hear senza fili, c’è una nuova regina. Le cuffie vincitrici del premio sono dotate di più adattatori per ogni dimensione di orecchio rispetto alla maggior parte delle concorrenti, e racchiudono anche una tecnologia di cancellazione del rumore davvero brillante, nonostante loro piccole dimensioni. I controlli touch sono intuitivi (anche se i controlli del volume sonopurtroppo assenti) e hanno una resa musicale meravigliosa: gli strumenti hanno suoni naturali, credibili e davvero molto espressivi. C’è anche molta ricerca del dettaglio e della precisione nella loro lavorazione. Insomma, queste cuffie hanno sbaragliato il loro precedente competitor sempre figlio della stessa Sony: le WF-1000X. Il re è morto, viva il re.

Prezzo: 195€

4. Cambridge Audio Melomania 1

SPECIFICHE

Bluetooth: Sì | Cancellazione del rumore: No | Durata della batteria: 9 ore | Ricarica: Micro USB | Microfono e controlli in linea: 

Pro

Suono dettagliato e penetrante
Bluetooth affidabile
Batteria a lunga durata

Contro

Alcuni potrebbero trovare difficile adattarsi

Se la tua unica preoccupazione è un suono semplice, questi gioiellini sono difficili da battere nella loro categoria di prezzo. Questi auricolari attenti al budget offrono un suono coerente, espansivo e ritmicamente guidato, ma anche una resa sonora che pochi auricolari wireless possono vantare a parità di prezzo.

Una buona vestibilità è essenziale e, a causa della lunghezza dell’auricolare stesso, potrebbe non essere così facile da indossare per tutti, ma il loro talento sonoro è tale che vale la pena lo sforzo e il potenziale acquisto di adattatori extra.

Con nove ore di autonomia della batteria degli stessi auricolari, oltre a quattro cariche aggiuntive dal case, vi godrete ben 45 ore di uso continuo da questo piccolo set-up. Non c’è cancellazione del rumore, ma è chiaro che l’attenzione di Cambridge Audio è stata rivolta al suono eccezionale rispetto alle funzioni bonus.

Prezzo 99,95€

5. Apple AirPods Pro

SPECIFICHE

Connettore: N / A | Lunghezza cavo: N / A | Telecomando e microfono in linea: N / D | Supporto SO: Android / iOS | Bluetooth: Sì | Cancellazione del rumore: Sì | Durata della batteria: 5 ore (24 ore con custodia di ricarica)

Pro

Eccezionalmente comodo
Forte eliminazione del rumore
Suono equilibrato e disinvolto

Contro

L’eliminazione del rumore influisce sui timings
Il rivale di Sony sembra decisamente più coinvolgente

Tra i migliori modelli di cuffie wireless non potevano mancare le AirPods. I progettisti di Apple non riescono a eguagliare le migliori cuffie wireless con cancellazione del rumore per quanto concerne la qualità del suono, ma l’esperienza utente e i livelli di comfort senza precedenti le rendono ancora una opzione molto forte nella categoria.

Combinando l’eccellente eliminazione del rumore con una modalità di trasparenza che sembra quasi naturale come indossare auricolari non isolanti, Apple ha creato un paio di cuffie che si adattano tanto a un volo a lungo raggio quanto a una corsa intorno all’isolato . Per molti, potrebbero essere l’unico paio di cuffie di cui abbiano mai bisogno.

Prezzo: 264,99

Hai letto:

Taglia la corda! I migliori (e più eleganti) modelli di cuffie wireless sul mercato